Home

Occhi

 

era ormai mezzanotte quando mia madre mi chiese di andare a prendere delle medicine nel parcheggio, nel seminterrato, nella nostra macchina.Presi l’ascensore e mentre scendevo, nell’ aria sentivo un bisbiglioo che mi diceva: “non andare non andare è pericoloso” faceva tutto parte della mia immaginazione.

Appena mi ritrovai giù nel seminterrato le luci si accesero, aprii la macchina, presi le medicine e nel momento in cui chiusi la macchina le luci si spensero di colpo

Qualcosa, in lontananza vidi, erano due occhi rossi che avanzavano sempre più veloce sempre di più, provai a scappare dal portone ma me lo ritrovai davanti con il suo sorriso  con le sue 3 file di denti appuntiti, sempre in lontananza sentii un urlo da femmina quasi non umano

E…

 

Robofilia

La macabra inquisizione feticista del Vaticano, dopo secoli di crimini pedofili e genocidi,ha cambiato tattica per lavarsi le mani delle sue sanguinose orge e ha dato l'incarico alla cibernetica online di costruire strategicamente fantastici manchuriani e cyborg di una bellezza straordinaria per tutti i gusti erotici dell' umanità, senza limiti di fantasia...

Continua a leggere...

Quel Sogno.

Era una torrida giornata d'estate, dove il sole era capace di farti star male e si potevano notare le particelle di polvere sbucare dal nulla grazie alla luce, passai il pomeriggio giocando al mio nintendo 3DS, e munito del mio ventilatore passai il pomeriggio a divertirmi con una sessione al mio gioco preferito. Arrivata a sera venni richiamato da mia madre dicendomi di non passare molto tempo con i videogiochi e dicendomi che la cena era pronta ,mi convisse subito, feci un balzo dal letto e andai subito in cucina...

Continua a leggere...

Ossessione della disciplina

ro poco più che bambino quando lessi le prime creepypasta e mi iniziai ad avvicinare al mondo dell’horror. Mi ricordo che gironzolavo tra siti web che raccontavano storie simili ogni sera da adolescente, c’erano storie di qualsiasi tipo: da fenomeni paranormali a persone che sparivano. Ormai ne ero appassionato. Non sarei riuscito a rimanere un giorno intero senza leggere una creepypasta. Era una cosa normale per me, e ne parlavo sempre con i miei amici. Nessuno si rese conto però del mio mutamento di vedere le cose, specialmente nel contesto di cui si parla...

Continua a leggere...